Lettera di Suor Giulia del 2 Aprile 2013

Ciao,

finalmente due minuti di pace.......

Noi stiamo abbastanza bene, ma si vive continuamente nella paura e nella tensione non sapendo mai che cosa può succedere: oggi è stata la prima giornata tranquilla, speriamo che duri.

Noi qui a Maigaro abbiamo avuto dapprima la visita di alcuni militari in fuga che ci hanno chiesto del gasolio per la macchina e che poi sembra si siano nascosti in brousse, come fanno tanti che hanno paura a consegnarsi ai nuovi arrivati e quindi armati girano nella nostra brousse e spero non escano perchè diventano percolosi; poi sabato mattina sono arrivati quelli di Seleka, alle sette eravamo in refttorio a colazione e ce li siamo visti davanti... gentili, ma poco affidabili, li abbiamo fatti uscire e ci hanno subito detto che erano in missione e che volevano portare via due o tre macchine oppure dovevamo dare dei soldi, ho risposto che le macchine servivano per l'ospedale che altrimenti avrei chiuso e non hanno insistito, abbiamo però dato quasi duecento mila FCA...ci hanno detto di non aver paura perchè loro sono qui per difenderci e per la sicurezza....!!!!!! Poi sono andati in direzione di Niem, dove sono arrivati verso mezzogiorno proprio quando cercavano di nascondere le macchine, le loro e altre che i missionari avevano cercato di allontanare da Bouar....hanno voluto soldi, gasolio e poi hanno portato via una macchina dei padri carmelitani.

 

Domenica sera alcuni elementi non idendificabili sono tornati alla sera a Niem, armati e minacciosi, puntando le armi direttamente su P. Arialdo, poi Sr Barbara e Sr Pascaline... frugando le stanze delle due suore in cerca di soldi, rovesciando perfino i materassi e alla ricecarca di euro..... poi sono andati nelle stanze delle suore carmelitane che a Niem si erano rifugiate e hanno preso loro tutto quello che avevano in soldi... penso abbastanza perché si erano portate dietro tutto quello che avevano.....

Ieri anche qui due militari un po' maleducati e minacciosi hanno girato per l'ospedale e non capivamo bene che cosa cercassero oltre alle medicine, hanno avvicinato alcuni bambini e così abbiamo avvertito il capovillaggio che ha messo in allarme la popolazione e che speriamo ci dia una mano in caso di bisogno.

Per il resto, come avrete visto dalle notizie su internet e altro, hanno distrutto il Paese e rubato a non finire e sopratutto hanno creato sospetto e violenza nella popolazione perché ci sono stati un sacco di regolamenti di conti.....

Come e quando si potrà cominciare a ricostruire non si sa....il Presidente attuale non sembra accettato dalla comunità africana e internazionale perché non ha rispettato gli accordi di Libreville, la gente non lo conosce troppo e non si capisce che cosa stia facendo.......

secondo me è un clima peggiore di quello del 2003 2007.......

il governo è stato fatto domenica, hanno invitato la gente a riprendere il lavoro... non si sa quale visto che hanno distrutto uffici e documenti e allontanato la gente nella paura..... gli ospedali a bangui e altrove sono senza medici e senza personale, se continua così non ci saranno neppure medicine....già hanno denunciato morti all'ospedale pediatrico a Bangui..... le scuole distrutte non potranno riaprire..... la gente potrà seminare e coltivare?...non credo tanto facilmente e che cosa mangerà, hanno dato fondo anche all'unicef e al pam.....

E' un paese che quasi non esiste....non so che cosa si farà...solo il Signore ci può aiutare.

 

Intanto vi saluto e spero di potervi dare migliori notizie.........

ciao e grazie di tutto

 

Ciao a tutti

Sr Giulia

 
Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed